San Nicola: odio e amore. Come equipaggiarsi al meglio.

Buongiorno cari lettori,

Mi sento in dovere di illustrarvi le caratteristiche e ciò che accade durante una festa molto importante per noi baresi, la festa patronale del nostro San Nicola.
San Nicola è venerato non solo dai baresi, ma, allargando il campo, dalla chiesa cattolica, da quella ortodossa e da diverse altre confessioni cristiane.
Si può dire erroneamente che la festa di San Nicola si protragga in quel di Bari per almeno tre giorni che vanno dal 7 al 9 maggio.
La tradizione vuole che si partecipi a ogni tipo di manifestazione presente in questi tre giorni, e come direbbe la mia cara amica Michela: “DI REGOLA, dovremmo uscire oggi, domani e dopodomani”.
Questo perché? Perché ogni barese e ogni forestiero che capiti a Bari proprio in questo periodo, è obbligato da una forza mistica a vivere appieno questi tre giorni infernali.
Non importa se odi questo tipo di cose, se sei altamente agorafobico o soffri di tachicardia, devi assolutamente buttarti nella mischia e sopportare innumerevoli cose che nei giorni della festa diventano assolutamente normali.

Il primo dei tre giorni, le strade principali diventano invalicabili e assolutamente off limits per ogni tipo di veicolo a quattro o più ruote neanche ci si trovasse al confine durante la prima guerra mondiale.
Questo perché deve aver luogo il famoso corteo.
Non chiedetemi in cosa consista questo corteo perché in tutta la mia vita non sono mai riuscita a vederlo pur trovandomi lì.
Bisogna essere pronti a tutto durante questa triade perché ci si possono aspettare avvenimenti e incontri di ogni tipo.
Dalle mamme che si ostinano a portare i propri figlioletti nei passeggini/carrozzini/carrelli della spesa e si impongono di passare tra la folla peggio delle guardie svizzere, ai gruppi di ragazzi di trenta persone che si muovono in branco tipo gli schieramenti dei soldati. Guai a mischiarsi tra di loro! Si rischia di perdersi e non trovare più i propri amici.
Però devo ammettere che è tutto molto pittoresco e gaudente: carretti di chi arrostisce la carne e vende panini, bancarelle allestite con i più disparati tipi di frutta secca, bevande fresche e la famosa birra Peroni a un euro.
Non tutti la vendono a un euro, ed è proprio in quel momento che parte la ricerca del venditore meno caro.
Come fare per sopravvivere?
Sicuramente adottare un tipo di abbigliamento consono alla situazione è il primo passo.
Alle donne suggerisco di abbandonare i fronzoli e di allontanarsi dall’idea di Anna Dello Russo di moda “uncomfortable” e di indossare tuta e scarpe da ginnastica per destreggiarsi al meglio tra la folla.
Dimenticatevi le vostre borse carine portate al braccio che fanno tanto sex&the City, entrate più che altro nel mood di CAOS AND THE CITY e portatevi una piccola, piccolissima borsetta a tracolla posizionata sempre sul vostro “davanti” perché, una volta tornate a casa potreste non averla più e non sapere neanche come e quando sia successo.
C’è da dire però che nel momento in cui iniziano i famosi giochi pirotecnici, l’orda di persone si ammutolisce di colpo per ammirare rispettosamente il grande spettacolo dato dai fuochi d’artificio di ogni colore.
Questa è la mia visione della festa di San nicola a Bari.
Dite che io sia troppo insofferente? Impaziente? Nervosa?
Sì, lo sono. Ma non riuscirei a immaginare un San Nicola a casa e lontana da tutto questo.
Alla fine fa parte di noi, è una tradizione insita nelle nostre vite.
Quindi, cari lettori, vi auguro buona festa di San nicola (per chi è di Bari) e sempre e comunque: attenti al portafogli! Come del resto in qualsiasi luogo del mondo super affollato e pieno di gente.
Image
Immagine presa dal sito gobari.it

2 Comments

  1. Sabrina

    Leggere questo post è stato confortante : non sono mai venuta a Bari durante la festa patronale, ma partecipo vivamente alla festa maggiore della mia città,Terlizzi. Ogni anno ci sono mamme che ti investono con i passeggini, persone che ti spintonano, un caldo infernale… Ma nonostante ciò non mi perderei mai la festa!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...