The Black Notes Diary

IMG_4734.JPG
Oggi vi parlerà un’Alessia nostalgica, una persona che ama ricordare con un pizzico di malinconia il passato.
Non è trascorso tanto tempo, ma a me sembra una vita, un’altra epoca, forse perché sono cambiata tanto io e sono cambiate tante abitudini, modi di pensare e idee.
Ciò che andrò a rammentare sia a me stessa che a voi, è la vita sui banchi di scuola.

Non ero una gran cima, lo ammetto, non andrò a costruire su di me falsi miti che molta gente potrebbe facilmente distruggere, non amavo andare a scuola, non amavo quell’ambiente, non amavo alcuni miei professori, sono finita anche a non amare molti miei compagni e di conseguenza sono finita a non amare me stessa.
Quando si è adolescenti, si sa, si riesce a essere più stronzi che una volta adulti, e nonostante ci provassi con tutta me stessa, trovavo sempre qualcuno più stronzo di me, e anche tanto.
Mi sarebbe piaciuto, durante i momenti morti tra i banchi, prendere il mio diario e leggere qualche frase confortevole, di incoraggiamento, e avere una pagina grande quanto il libro di matematica per scrivere i miei pessimistici pensieri verso il genere umano.
Purtroppo, una volta aperto il diario, leggevo sterili barzellette e consigli di bellezza che a quell’età non fanno altro che renderti ancor più nervoso e allora cosa facevo? Stilavo inutili e impossibili wishlist con oggetti da mille mila euro.
Sarebbe stato tutto diverso, o gran parte, se avessi avuto con me un Black Notes Diary, il tipico diario senza fronzoli che nella sua estrema semplicità, comprende appieno i complessi stati d’animo di chi decide di possederne uno.
All’apparenza una comune agenda, con copertina nera flessibile e una piccola scritta bianca e grigia recante il nome del diario e l’anno di destinazione d’uso; nessuno potrebbe mai immaginarne il contenuto ed è per questo che riporto un proverbio/citazione importantissimo, che dovremmo applicare non solo ai libri, diari e affini ma anche alle persone: mai giudicare un libro dalla copertina!
La magia inizia una volta sfogliata qualche pagina, rimane tutto comunque molto semplice, ma sono i dettagli estremamente curati che rendono diverso questo TheBlackNotesDiary rispetto ad altri che possiamo trovare facilmente in commercio ovunque.
L’intestazione con i giorni ha un font diverso per ogni mese e ricalca i caratteri di tendenza leggermente hipster delle citazioni che troviamo al termine di ogni settimana.
Scordatevi le semplici citazioni a piè di pagina scritte in aridi caratteri, il TheBlackNotesDiary è fatto per le frasi, per i pensieri, tanto che viene dedicata una pagina intera non solo alla citazione in sé ma anche alla grafica con la quale viene scritta: punti salienti in grassetto, scrittura più grande, linee grafiche strategiche, la frase non deve essere solo letta, deve essere capita e deve riuscire a parlarci.
Un’altra cosa che adoro, è la foto di inizio mese, infatti ogni mese vi è una pagina con una foto a tema.
Ovviamente all’inizio del TheBlackNotesDiary ci sono le famose tabelle apposite per gli orari delle lezioni.
Non vi viene voglia di possedere un diario/agenda del genere?
Non spaventatevi se il vostro anno scolastico è già iniziato, o non andate proprio a scuola.
TheBlackNotesDiary può essere usato sia come agenda per scrivere impegni e organizzare le proprie giornate, sia come libro di pensieri e, meraviglia delle meraviglie, è suddiviso in due tomi: uno che va da settembre a febbraio e un altro da marzo ad agosto, questo per permettere un facile trasporto e una facile maneggevolezza a chi decide di acquistarlo.
Il team Blacknotes Diary inoltre, vuole premiare i suoi acquirenti con un contest che prevede la scrittura di una frase sulla pagina iniziale del TheBlackNotesDiary Tomo I, fotografarla e caricarla sulla loro pagina Facebook e Instagram col tag #theblacknotesdiary. La frase che riceverà più consensi verrà inserita nel TheBlackNotesDiary Tomo II e l’autore riceverà una copia del diario in regalo.

Io penso proprio che comprerò anche il secondo tomo, perché ho trovato il diario perfetto per me, e quando lo guarderò o ci scriverò su, affioreranno una serie di ricordi nella mia mente e sorriderò, proprio come sto facendo ora.

Link utili per visionare e/o acquistare TheBlackNotesDiary:

THEBLACKNOTESDIARY SU FACEBOOK
THEBLACKNOTESDIARY SU INSTAGRAM
THEBLACKNOTESDIARY E-SHOP

Baci baci
Alessiarux

P.s. La scuola una bella cosa me l’ha lasciata però, la vedo ogni giorno e ci trascorro la maggior parte del mio tempo.
Non serve che scriva cos’è.

IMG_4733.JPG

IMG_4731.JPG

IMG_4730.JPG

IMG_4732.JPG

IMG_4735.JPG

IMG_4737.JPG

IMG_4736.JPG

One Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...